11.9.15

11 settembre... (quello cileno più tragico di quello americano)

l'Unità dei tempi che, pur non essendo un granché, non era la ciofeca renziana di oggi
11 settembre 2001. New York. Attentato alle Torri gemelle. Circa tremila vittime.
Quelli nati allora ora compiono 14 anni. Probabilmante molti non sanno neppure cosa sia accaduto in quel giorno.
11 settembre 1973. Colpo di stato in Cile. Allende, presidente socialista democraticamente eletto, viene ucciso dalle forze armate guidate da Augusto Pinochet.
Le ultime parole di Salvador Allende, gridate attraverso Radio Magallanes: "Viva il Cile!, Viva il popolo!, Viva i lavoratori!".
Oltre diecimila cileni verranno torturati e uccisi. Centinaia di migliaia costretti all'esilio.
I nati allora sono ormai quarantaduenni. Pochi conosceranno quei fatti.
Henry Kissinger, segretario di stato americano, si congratulò pubblicamente con l'assassino torturatore Pinochet per aver fatto "un buon lavoro". Kissinger, oggi ultra novantenne, prese il premio Nobel per la pace in quel medesimo 1973 [sic!]
Così va il mondo.
La storia macina tutto.




 

6.9.15

Umano, troppo umano (Discorrendo con sè, si parla più facilmente di sè)

Vedi bistur tagliar, vedi provette
Del novello Frankenstein, che veglia
Nel chiuso istituto confinato
e s'affretta, e s'adopra
di fornir l'opra anzi il terminar dei giorni...
La morfologia esterna non inganni.
Per la somiglianza genetica, anatomica e fisiologica con l’uomo - maggiore rispetto ad altri animali - sono i maiali i migliori candidati per gli xenotrapianti (trapianti tra organismi di specie diverse).
Nei babbuini, sono già stati impiantati cuori di maiali geneticamente modificati per impedirne il rigetto. Prossima tappa l'uomo. [http://www.technologyreview.it/stracciato-ogni-record-con-i-trapianti-da-maiale-a-primate]

Ironia della sorte la sperimentazione é condotta da Muhammad Mohiuddin, chirurgo responsabile all’unità trapianti presso il NIH National Heart, Lung, and Blood Institute di Bethesda (Maryland), il cui nome e cognome suggerisce una discendenza islamica.
La nostra testa, il cui trapianto non sembra prossimo, è affollata di stereotipi e pregiudizi.



3.9.15

"Ci vuole un fiore". Razzismo ed educazione sociale

"Insegnanti deportati" titola oggi Il Fatto Quotidiano. Humor nero, considerando quanto sta succedendo in giro per il mondo.
Quando si parla di scuola si parla di precari, assunzioni, concorsi, "buona scuola" riferendosi ad una non-riforma che ci porta beffardamente indietro.
Mai di contenuti in termini pedagogici - non aziendalistici!-.
Per caso in questi giorni mi sono imbattuto nel disco di Sergio Endrigo "Ci vuole un fiore", realizzato nel 1974 su testi di Gianni Rodari.
Una chicca, ma prima ancora un manifesto metaforico della buona didattica "alternativa" che non pochi insegnanti (e genitori) praticavano ai tempi.
Si percepisce la speranza (magari ingenua, col senno di poi) in un mondo migliore dove la "libertà" coniugata in tutte le sue forme non sia soltanto la formalità della democrazia, ma una dato sostanziale della formazione individuale in un contesto di solidarietà collettiva.
Tutto è possibile, beninteso, ma difficilmente chi ha avuto un percorso educativo, ispirato costantemente a quei valori è oggi un razzista. Nessun venditore di paura lo convincerà che lo straniero in fuga da guerre e povertà sia qui per sottrargli quel poco che crede di possedere e, all'occasione, tenderà la mano per aiutare anziché lanciare anatemi e alzare muri divisori.


Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>