9.6.08

Galera per chi indaga o ci informa sulle porcate di politici ed imprenditori

Il Cavaliere, lancia in resta, si butta nella difesa della casta dalle intercettazioni, strumento che, a suo tempo, ha incastrato i protagonisti di tangentopoli e fatto capire - a chi voleva capire - gli intrecci perversi tra politica ed economia. Stop alle pantomime con il direttore Rai Saccà per raccomandare donnine (chi ha la memoria corta si diverta risentendo la telefonata in Berlusconi e il suo lacchè). Niente più intercettazioni ai furbetti del quartierino. Ci verrà negato il piacere di godere dello spessore culturale di questi individui che, dopo aver speculato a man bassa con i nostri soldi, continuano a godersi la bella vita. Non si va in galera per falso in bilancio, ma per intercettazioni telefoniche si. Saranno contenti i vari D'Alema, Fassino, Consorte, Fiorani, Fazio, e chi più ne ha ne metta, che si sono fatti pizzicare in conversazioni che saranno pure penalmente irrilevanti, ma la dicono lunga sulla mentalità degli intercettati. Cosa conta veramente per il governo di destra tanto entusiasticamente votato dagli italiani? La privacy dei Vip per continuare a fare i comodacci loro! Emblematico.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>