5.6.09

Las fotos vetadas por Berlusconi

Il mondo è piccolo e internet ovunque. Ciò che è vietato in Italia non lo è altrove. Così continua il tiro incrociato della stampa internazionale sul nostro primo ministro, forse con l'intento di mettere in guardia gli elettori dei loro paesi - più che quelli italiani - sulla malìa che sembra aver incantato l'Italia respingendola in una zona oscura di ideologie xenofobe e fascistoidi.

Le foto di villa Certosa pubblicate da El Pais non aggiungono molto a quel che già si sa sugli ozi dorati dell'emiro di Arcore. Niente di particolarmente osé. Da almeno quarant'anni prendere il sole nudi non fa più scandalo e il cavaliere non fa eccezione. Foto d'epoca ritraevano l'avvocato Agnelli nudo al timone della sua barca a vela. Erano gli stessi tempi nei quali eserciti di ragazzi nudi partecipavano a maxi concerti e invadevano le spiagge d'Europa. Soltanto che un tempo sembrava liberazione dei costumi e conquista di civiltà mentre ora il nudismo è praticato da persone che parlano un linguaggio triviale e sfoggiano mentalità da anni cinquanta.

Scrive Beppe Severgnini: "Per descrivere le festicciole del Capo hanno tirato in ballo di tutto: da Boccaccio a Fellini a Umberto Smaila. Inesatto. Nessuna Rimini notturna né campagna toscana, niente «Colpo Grosso» o Sodoma Gomorra all’italiana. Villa Certosa è Topolinia (qualcuno lo spieghi al «Times» di Londra). Una città incredibile dove la Banda Bassotti tira tardi in compagnia del commissario Basettoni, Pluto veglia tra i ginepri e Macchia Nera guarda Minnie che si fa la doccia."

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>