20.8.09

Burkini e stupidità

A Verona una donna musulmana in costume tutto d'un pezzo, dalla testa ai piedi, è stata accusata di spaventare i bimbi.
Non vale la pena spendere parole su chi sostiene cose del genere e poi, magari, iscive i figli in istituti privati gestiti da suore.
Verona è la città più vietata d'Italia grazie al sindaco leghista Tosi - condannato definitivamente dalla Cassazione per discriminazione razziale. Cartelli di divieto campeggiano ovunque creando un clima di rassicurante terrore. Le scolaresche in visita ci scherzano su, ma i ragazzi si chiedono anche quale sia più il senso della parola libertà. In un clima di generalizzato - e inutile - proibizionismo si è perso completamente il senso della responsabilità individuale che dovrebbe animare ciascuno a fare o non fare qualcosa in base a conoscenze, scelte e convinzioni piuttosto che a divieti.
Ma c'è sempre qualcuno che è più duro degli altri - o almeno questo deve far credere. Così il burkini è stato vietato nelle piscine e lungo i fiumi e i torrenti di Varallo Sesia (Vercelli) da un'ordinanza del sindaco Gianluca Buonanno, parlamentare della Lega Nord. Chi contravverrà al divieto di indossare il costume intero unito a un copricapo pagherà una multa di 500 euro.
Che dire? Aiuto, voglio scendere!

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>