19.3.13

Rassegna stampa parlamentare chiusa ai cittadini. Appello ai parlamentari M5s


Qualcuno nelle stanze del potere (chi?) ha deciso di favorire ancora una volta la lobby della Federazione degli editori, così la rassegna stampa gratuita sui siti di Camera, Senato, ministero economia ecc. non è più a disposizione dei comuni cittadini. Rimane solo per categorie di cittadini evidentemente considerate di serie A, partendo dai parlamentari stessi e poi giù giù, agenzie fiscali, ministero difesa, dipendenti ministeri vari e chissà quant'altri ancora ai quali, a vario titolo di privilegio, sarà fornita login.
Siamo alle solite. Prosegue il tentativo di limitare la libertà di informazione per le persone comuni. Il servizio di spoglio dei giornali e messa on-line di un centinaio dei principali articoli resta solo per pochi. Anche l'archivio, assurdamente, esclude dalla consultazione il vasto pubblico della rete.
Operazione da infingardi comunque. Non aumenterà certo la vendita delle copie stampate effettivamente vendute. Semplicemente mette un bastone fra le ruote a chi vuole informazioni da più fonti costringendolo ad una maggior perdita di tempo per raggiungere lo scopo sul Web.
Tutti sanno che i quotidiani - che giornalmente buttano al macero tonnellate di carta - chiuderebbero in massa senza finanziamento pubblico (i nostri soldi), ma la Fieg - federazione italiana editori giornali, morti che camminano insomma - arrogantemente ottiene quel che vuole, complici i politici.
Se restava qualche perplessità sulla opportunità della richiesta di Grillo di eliminare completamente i finanziamenti alla stampa, questa ulteriore decisione spazza ogni dubbio. Ci aspettiamo iniziative in merito dai parlamentari M5s, nostri dipendenti.
(Non sarebbe difficile, basterebbe pubblicizzare le pass d'accesso).

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>