16.7.13

La testa mozzata di Procaccini. Dice D'Alema: se Alfano non sapeva che colpa ne ha? (Eh! Eh! Eh!)

La testa mozzata
Non avremo mai nessuna prova che Alfano non sapesse.  
Il sospetto che magari sia stato addirittura pilotato in tutta la squallida vicenda dal suo signore e padrone - amicone del dittatore kazako - ci può stare, sapendo come "l'Angelino" sia soltanto una protesi berlusconiana al governo.
Ma rimane un sospetto.
Se non sapeva è forse anche più grave perché dà la misura di come la polizia possa fare quel che gli pare senza render conto a nessuno (e anche questa non è una novità).
Condivido il post dell'amico Beppe sulla vicenda. 
"E' caduta una testa [ndr: quella di Procaccini, capo gabinetto di tre ministri: Maroni, Cancellieri, Alfano] per il kazakigate e potrebbero caderne altre, per salvare l'unica che conta, quella del buon (buon... ??) Angelino Alfano.
Confesso che non me ne frega nulla (si scusi la schiettezza), solo mi piacerebbe sapere tra tre mesi (max sei) dove lavorerà il Sig. Procaccini. Spero non alle dipendenze (scusate, alla dirigenza) di qualche organo statale. Sono però sicuro che non ne sapremo più nulla, perderemo le sue tracce, e lui incasserà i proventi della benevolenza acquisita con la propria decapitazione."

Il prefetto Procaccini, nonché già vice capo della Polizia, tra i molti alti incarichi, non è certamente l'ultimo arrivato. Era accreditato per la successione al capo della Polizia Manganelli, cioè al più elevato stipendio pubblico d'Italia.
Dunque Beppe si rassicuri: di proventi ne ha già incassati a sufficienza per vivere agiatamente lui e la sua discendenza per molte generazioni a venire. E di sicuro ne incasserà ancora.



Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>