25.1.12

Obama e il Grand Guignol



Tutti sottolineano la volontà di Obama di far pagare più tasse ai super ricchi americani (a noi, in Italia, basterebbe che le pagassero).
Non so se qualcuno stanotte ha visto e sentito il discorso sulla stato dell'unione al Congresso Usa.
Una autentica rappresentazione teatrale dove nulla è lasciato al caso e ognuno recita il proprio ruolo, dal primo attore in alto sul palco, ben impostato, con le battute ad effetto e le pause giuste al posto giusto, fino all'ultima comparsa - last but not last poiché pur sempre appartenente, là dentro, ad un ristrettissima élite di super privilegiati che si alzano e si siedono, applaudono e sorridono seguendo un rigido copione.
Liturgia collaudata, sermone pronunciato di fronte ad affigliati fedeli di una ricca confraternita.
Notevole la performance di Obama, quantunque insopportabilmente retorica.
Il Presidente è attore sapiente e oratore efficacie. Magari non verrà rieletto perché troppo socialista - e forse anche troppo abbronzato - per riuscire una seconda volta nel miracolo, però ci sa fare. Se così non fosse non sarebbe arrivato fin lì, del resto.
Terrificanti le donne e gli uomini raccolti nell'emiciclo congressuale. Visi lustri e soddisfatti di politici, militari, giudici in ascolto, attenti ad alzarsi al momento giusto, dosando l'applauso ed il sorriso, vecchi anche quando non lo sono ancora anagraficamente. Se ne intuisce sotto il perbenismo di facciata tutta la violenza, la falsità, la predisposizione a compiere qualsiasi azione pur di conservare ricchezze e potere accumulati.
Sarà solo una sensazione paranoica, ma non è troppo diversa da quella, orrifica, che suscitano i nostri parlamentari.
...

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>