27.4.15

Renzi, le sue donne, i suoi uomini. Non ci mancheranno

Renzi minaccia di andarsene se non gli fanno fare le "riforme". Italicum in primis.
Riforme è una parola grossa. Chiama così tutte le puttanate che il suo governo ha messo, mette e metterà in agenda.
Anche iniziative che nominalmente sarebbero condivisibili il divo Renzi, con le sue ancelle e i suoi paggetti, è riuscito a stravolgerle e svuotarle di significati autenticamente innovativi.
Quelle che, in parte, cambieranno davvero qualcosa sembrano farlo in peggio.
Eppure a questo giovin signore della politica italica manca qualsiasi alternativa, tanto in basso è caduta la qualità del personale politico (di destra sinistra o centro che sia). 
Se i vecchi arnesi del suo partito - e i loro vecchi-dentro rampolli - riusciranno a silurare Renzi lo faranno soltanto per calcoli di bottega e personale tornaconto. Gli individui che ora strepitano in nome della "democrazia" hanno contribuito ad affossarla in lunghi decenni di malgoverno (quando hanno governato) e mala opposizione all'opposizione.
Mai che abbiano saputo produrre qualcosa di significativo per questo povero paese che giurano di amare tanto e per quegli italiani che hanno dato loro credito.
Spiace doverlo dire, ma Renzi fa bene a trattarli come li tratta. Non ha altro modo per liberarsi definitivamente della zavorra che lo circonda che sperare di andare ad elezioni prima che il consenso in rapida diminuzione si assottigli tanto da renderle impraticabili. Sempre che il tempo non sia già scaduto.
Fosse vero che per un colpo di bacchetta magica (o più realisticamente una clamorosa autoeliminazione del PD con voto di autosfiducia) tutte le facce politiche che devastano i nostri schermi e imperversano sui media sparissero insieme alle scempiaggini alimentate  da commentatori compiacenti non ce ne dorremmo. Difficilmente accadrà.
Se invece il progetto renziano di governare in pratica senza opposizione andrà in porto allora, sia quelli come me che considerano Renzi l'ennesima bufala all'italiana sia i fan che vedono in lui il messia in grado di rimettere sul binario giusto questa Italia deragliata, vedranno cosa saprà davvero riformare e come.



Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>