19.11.11

L'Italia è sempre l'Italia e gli scodinzolini scodinzolano

L'Italia è sempre l'Italia, o meglio, i giornalisti e i media che contano nella comunicazione sono sempre gli stessi.
Così adesso è tutto un coro di consensi indifferenziati e solenni per Monti, il nuovo governo, lo "stile" che lo contraddistingue.
Si è già detto che anche Maga Magò avrebbe fatto la sua bella figura a confronto del presidente del consiglio precedente.
Monti è un garbato signore con ottime e non immeritate referenze, ma davvero non suscita tutto l'entusiasmo che sembrano volerci imporre.
Tantomeno i suoi neo ministri, a partire da Passera, un banchiere a tutto tondo che, quantunque ex come banchiere, non avrà tagliato qualsiasi contatto con i suoi numerosi ed importanti interlocutori nel giro di poche ore e, del resto, sarebbe anche ridicolo pretenderlo. L'uomo è ambizioso e non sarà sceso in politica soltanto per un breve intermezzo "al servizio del paese".
Per lui, come per gli altri, saranno le scelte concrete a darci il senso della realtà, al di là delle belle, concilianti e un po' soporifere parole del "professor" Monti (come preferisce essere chiamato).
Vale anche per il neo ministro dell'ambiente Clini, pure lui con un curricolo d'eccellenza, che però si è subito lasciato andare a spezzare una lancia a  favore del nucleare e un'altra per la Tav, incurante di un referendum appena concluso e di un movimento fortemente motivato a non mollare.
Io non sono tra quelli che considerano la "volontà popolare" giusta sempre e comunque, ben sapendo quanti siano forti i condizionamenti che ne possono limitare la capacità critica. Tuttavia un certo rispetto per gli unici strumenti di democrazia diretta che ci restano - e il referendum è tra questi - dovrebbe indurre a una maggior cautela chi rilascia dichiarazioni.
Insomma saranno le prossime mosse del governo a farci capire di più circa la sua vera natura.
Per ora resta lo spettacolo indegno dei neo-scodinzolini con i loro peana, da una parte, e il latrare indecente dei vetero-scodinzolini, elefantini e beneficiari a vario titolo del caduto "regime", dall'altra.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>