14.2.13

Io sono qui. E voi? Tecnologie di rapida sovrapposizione delle informazioni

C'è un sito, VOISIETEQUI (Openpolis) che, con un questionario su 25 temi "caldi" della campagna elettorale, vi dice dove vi collocate rispetto ai partiti in corsa.
Poco più di un gioco ma alla fine dovrebbe risultare qualcosa che già sapevate altrimenti dovreste porvi qualche interrogativo.
Liberi comunque di votare anche il più lontano dei partiti rispetto alle vostre scelte ragionate.
Un gioco, dicevo, ma fatto piuttosto bene. I "temi" proposti sono, tutto sommato, centrati e non sarebbe male sottoporre i quesiti a tutti coloro che si candidano. Sapremmo un po' di più su come la pensano davvero. Dovrebbero poi essere vincolati a comportarsi di conseguenza durante il mandato parlamentare, pena l'immediata decadenza dalla nomina. Fantascienza ovviamente.
Però dà il senso di come sarebbe possibile, con gli strumenti della rete, esercitare maggior controllo "popolare" sugli atti pubblici. Populismo? Sicuramente per molti (e per Monti) sì.
Qualcuno avrà qualcosa da obiettare circa la "privacy" rispetto a questo genere di sondaggi.
La privacy in rete non esiste come del resto non esisteva quando, nelle piccole comunità, le vicende individuali finivano in piazza. Se uno intende rimanere nell'ombra, ha la fissa della riservatezza o vuol tenere per sé le proprie idee e tendenze non si mette sui social network, non apre blog, non pubblica post e tweet. A ben guardare non scrive neppure articoli o libri.
Io so benissimo di essere più vicino a Sel, RC, M5S e più lontano da Destra, PdL, Lega (o, per altri versi, Udc e Monti). Lo sanno anche coloro che mi conoscono perché non ho mai fatto mistero del mio modo di pensare.
In questi giorni si è levato l'ennesimo grido di allarme per Riot (Rapid Information Overlay Technology).
Si tratta di un software creato da una multinazionale per la difesa USA in grado di catturare con un click un’istantanea della vostra vita: amici, luoghi, passioni ed opinioni. Tutti i posti visitati vengono localizzati su una mappa. In tal modo si schedano le persone, se ne tracciano i movimenti, si creano previsioni sulle loro azioni future.
Ogni informazione è tratta da servizi, siti e network usati comunemente.
Intanto anche banche, Sgr, Sim, assicurazioni, fiduciarie devono trasmettere al Fisco i dati relativi ai rapporti finanziari dei clienti. Pensate alla possibilità di incrociare tutti questi dati, magari unendoci anche quelli sanitari, catastali e degli acquisti effettuati con le carte di credito e potrete farvi un'idea di quanto poco possiamo fare per preservarci.
L'importante è sapere quel che si fa e quel che può succedere. Una volta che se ne è coscienti ognuno si regola di conseguenza. 
Se anduma a cagà int i bsii [andiamo a defecare là dove crescono le ortiche] e ci pungiamo non diamo la colpa a chi ci spia.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>