1.4.11

A Marcello Veneziani, il Giornale. Non sono d'accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo

... è che se consideri il premier un tiranno e il popolo che lo sostiene come "i peggiori", diviene poi lecito inscenare, almeno per ora, il tirannicidio e il linciaggio dei governatvi. Quel clima non si concentra solo sulle figure di governo, ma si dilata poi a mezzo paese, verso chiunque esprima opinioni divergenti. È allarme rosso: l'Italia sta soffocando nel suo stesso vomito.
(Marcello Veneziani, il Giornale)
La disperata difesa di Veneziani, cosiddetto intellettuale di destra, a un governo che più nessuno con un minimo di buonsenso, né in Italia né all'estero, riesce più a considerare credibile è patetica.
Non è neppure questione di destra e sinistra. Sono esterrefatti e orripilati da quanto sta accadendo nelle istituzioni anche coloro che non hanno mai dimostrato nessuna simpatia di sinistra e tanto meno nei confronti dei signori del PD - che definire di "sinistra" è sempre più bizzarro.
Berlusconi più che un tiranno è un commediante e un opportunista con una sola mira: il suo personale tornaconto (e ne fanno fede i proventi stratosferici delle sue attività imprenditoriali, pericolosamente sull'orlo del tracollo quando si decise ad entrare in "politica"). Il problema è che, bravissimo ad attrarre voti con spot e show, non ha capacità né interesse a "governare" il paese. Ancor più grave è il fatto che, ricattabile e ricattato com'è, si circonda di personaggi altrettanto inadeguati, attratti soltanto dall'idea di accumulare velocemente favori, potere e denaro.
Il popolo che lo sostiene - comunque meno di un terzo del paese - non annovera i "peggiori", ma semplicemente i meno informati e in qualche modo i più deboli tra gli italiani, oltre, ovviamente, coloro che, in un modo o nell'altro, hanno una diretta convenienza.
Dunque si rassicuri Veneziani. Nessun tirannicidio verrà perpetrato. Ci si augura solamente che il Cavaliere liberi presto il campo e vada a godersi le camionate di euro nella sua quarantina di ville sparse per il mondo.
In quanto al "linciaggio dei governativi", si direbbe che questi uomini di governo, e i loro parlamentari di riferimento, siano più linciatori che linciati, almeno a giudicare dalle loro storie personali e dagli episodi dei quali si rendono protagonisti.
Infine, per quel che riguarda la "divergenza di opinioni", non ho mai sentito individui con la mentalità di La Russa e soci affermare « I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it ». Come tutti i sinceri antidemocratici, violenti e beceri, non si sognerebbero neppure di morire in difesa del diritto altrui a esprimere la propria opinione qualunque essa sia.
Si può però condividere la frase conclusiva di Veneziani. l'Italia sta soffocando nel suo stesso vomito.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>