15.2.06

Cheney a caccia abbatte un avvocato repubblicano

Il vicepresidente americano che spara alle quaglie e centra un amico cacciatore era notizia troppo ghiotta perché i comici se la lasciassero sfuggire. Con una valanga di vignette e battute in TV i cronisti Usa hanno dato un esempio di libertà d'espressione. Quando si tratta di “scherzare coi santi” però le cose non vanno altrettanto bene.

«Buone notizie, signori e signori — ha annunciato David Letterman alla Cbs — abbiamo finalmente trovato un’arma di distruzione di massa: il vicepresidente ». «Basandosi sull’intelligence, tutti erano convinti che Whittington fosse una quaglia. E dopo, la Cia ha assicurato a Cheney che era una quaglia» ha spiegato Jon Stewart alla Comedy Central. «Lo sapevate che prima di sparagli Dick torturò Harry per mezz’ora?» ha chiesto Jay Leno alla Nbc. Idem i giornali. Il Washington Post ha stampato la prima pagina della sezione Style a pallini, col titolo «Ora di scaricarsi», e nella sua vignetta Usa Today ha raffigurato il vicepresidente che col fucile fumante in mano chiede scusa al ferito: «Pensavo che fossi uno dei diritti civili». corriere.it

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>