26.4.06

700 milioni di euro pubblici ai giornali

Libero è foraggiato per 5 milioni di euro l’anno, più di tutti.
Foglio, Riformista, Opinione e decine di altri giornali prendono contributi statali per milioni di euro. Alcuni vendono poche copie o nessuna, ma trovano sempre il modo di essere finanziati.
Anche l'Unità, Europa, Il Secolo d'Italia, Liberazione, La Padania ecc. vengono finanziati con soldi pubblici. Non si salvano neppure i Verdi che stampano migliaia e migliaia di copie per un loro Notizie Verdi senza neppure essere in edicola. Carta per il macero. Godono di aiuti finanche Manifesto e Avvenire, quotidiani di tutto rispetto. C’è da dire che mentre il direttore di Libero guadagna 15000 euro al mese quello del Manifesto non arriva a 1500. Pure gli editori dei grandi quotidiani incassano sostanziosi contributi su spese telefoniche, elettriche e costo della carta. Tutto questo per sole 6 milioni di copie giornaliere davvero vendute complessivamente. Infine radio Radicale, radio Maria e alcune televisioni locali vengono lautamente mantenute con soldi statali, cioè nostri.
Grazie Milena Gabanelli! REPORT - FINANZIAMENTO QUOTIDIANO

Indignarsi è il minimo considerando anche il bassissimo livello dell’informazione generalmente fornita. Ma perché Prodi con il suo prossimo governo “di sinistra” non chiude il rubinetto? Per par condicio, via i soldi anche alla Rai, niente più canone, tassa iniqua più dell’Ici. Gli italiani apprezzerebbero un simile primo gesto. Lo so che non accadrà mai, così come non accadrà che vengano realmente aboliti i finanziamenti ai partiti, usciti dalla porta e rientrati dalla finestra.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>