11.4.08

Elezioni, ultimi fuochi

Nel lontanissimo 1969 ero un ragazzetto appena arrivato in una nuova città e qualcuno mi presentò a un importante leader di Lotta Continua parlando di me come di un promettente giovane compagno. Il leader mi squadrò con un sorriso tra l’ironico e il faceto e poi sentenziò.
“Per quanto? Vedremo fra un po’ di anni chi ci sarà ancora e chi no. Il tempo è galantuomo.”
Non aderii a LC, pur avendo lì la mia compagna. Ritenni più confacente Avanguardia Operaia dove militai giusto il poco tempo necessario a comprendere quale razza di idioti fossero i capi di quell’organizzazione. Dopo rimasi quel che si dice un cane sciolto, impegnato nel lavoro sindacale. Con il leader di LC diventammo amici e ancor oggi, quantunque di rado, ci si vede, più o meno condividendo pensieri ed opinioni. Molti altri leader dei gruppi extraparlamentari di allora sono diventati indicibili stronzi, ma si può dire che ne avessero già tutti i requisiti.
Perché questo ricordo? Perché l’idea di non partecipare più, nemmeno con il voto, alla disputa politica mi fa sentire troppo simile ai qualunquisti che da sempre non votano in quanto non gliene frega niente. Inoltre la presa di posizione Pensiamoci della Rossanda, su Il manifesto mi ha riportato indietro nel tempo.
Con Rossana sono sempre stato d’accordo quasi su tutto. Ho sempre ammirato la sua lucida capacità critica e l’abilità nell’esprimere compiutamente pensieri condivisi da molte persone. Anche questa volta i punti da lei elencati sono ineccepibili. Tuttavia la conclusione mi lascia perplesso. Basterebbero le ultime esternazioni sui fucili da parte di Bossi, la ventilata riabilitazione del fascismo sui libri di testo, l’esaltazione delle virtù civiche del mafioso stalliere di Arcore da parte di Dell’Utri - condannato per gravi reati e ripresentato spocchiosamente dal Cavaliere alle elezioni - ed infine la rispolverata richiesta di test per accertare la sanità mentale dei giudici invisi per indurre, ancora una volta, ad un voto contro Berlusconi, tappandosi sempre più fortemente il naso.
Ma quando, senza neppur poter scegliere, mi si propone di votare signori come Mussi, Ferrero, Giordano, Pecoraro Scanio [sic!] e il sempre più ineffabile Bertinotti, sento un moto di ribellione e mi vien voglia di schierarmi, insieme a Ken Loach e Noam Chomsky, per Flavia D’Angeli e la Sinistra Critica, pur sapendo l'inutilità della scelta.
Mi consola il fatto che, con ogni probabilità, queste elezioni non serviranno comunque a niente e chi vincerà si ritroverà in braghe di tela, praticamente impossibilitato a governare da solo. Dunque presto ce ne saranno altre, speriamo, con diverse regole.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>