29.4.08

Corsa al centro: GAME OVER

Questa volta lo strepitio delle oche del Campidoglio non ha impedito la conquista di Roma da parte dell'Alemanno.
La parabola politica rutelliana è emblematica. Da radicale, pro aborto e Tino Negri, a verde a ulivo a margherita, tutto scuola privata e chiesa, ma sempre ben aggrappato al vertice del potere. Andare a baciare l'anello papale di ritorno dall'America non gli è valso la rielezione.
Perché il votante di sinistra avrebbe dovuto riconoscersi in uno così? Uno che usa un linguaggio da centrista più che moderato (al suo confronto Rosi Bindi è una pericolosa rivoluzionaria) e, quel che è peggio, non dice nient'altro che retoriche banalità?

Se una lezione c'è da trarre dall'apocalisse elettorale che ha travolto la sinistra è che il suo serbatoio di voti storici si è stancato di tapparsi il naso riconfermando una nomenklatura sfinita in nome dell'antiberlusconismfascismo. Molti si sono comportati come l'uomo di Rosina che se l'è tagliato per fargliela alla moglie. Bel ciula! Altri hanno fatto di peggio. Si sono detti: per votare questi qua, che dicono e fanno le stesse cose di quelli là, tanto vale votare direttamente quelli là e vediamo cosa sanno fare! Analisi semplicistica, da bar. Di questi tempi vanno per la maggiore.

L'amico Morosini dice cose sacrosante nel suo articolo Italia, la vera Casa delle libertà e le servitù mediali e come lui tanti altri raffinati analisti. Ma intanto la Lega ha sfondato alla grande, per la seconda volta, al nord e la destra meno moderata si è presa Roma. Il cavaliere gongola (anche se 'sti cazzi di alleati stanno diventando un po' troppo forti e dovrà farci i conti).
Astensionisti e transfughi se ne pentiranno, ma intantanto quel che è fatto è fatto.

Cacciari dice di smetterla con le fregnacce destra e sinistra. Il Gianni (Alemanno) è un ragazzo intelligente. Se devo esser sincero, pur non conoscendolo, la stessa sensazione l'ho avuta anch'io vedendolo a confronto con gli altri (tipi come Gasparri, ad esempio, o Fassino, dalla parte opposta), ma rimane un fascista. Però il sindaco di Venezia, con tutta la sua sicumera, ci dice di finirla con 'ste storie di fascisti e comunisti e di cercare di capire come gira il lapis. Va be', avremo tutto il tempo per vedere. Chissà perché ho la sensazione che l'inculata sarà ancora più storica della sconfitta elettorale. Spero tanto di sbagliarmi!

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>