1.10.08

Mississippi Burning tra il Reno e il Po

Sette agenti della polizia municipale di Parma l'hanno fermato all'uscita da scuola, braccato, pestato: un piede sopra alla testa, le manette e poi le botte, anche all'interno della macchina di servizio. Portato al comando della polizia municipale il giovane è stato fatto spogliare, perquisito e sbattuto in cella. Il giovane racconta di essere stato insultato: insulti razzisti. Gli è stato negato il permesso di telefonare a casa: solo alle 23 è arrivato il padre dello studente. Senza spiegazioni plausibile davanti a quell'occhio nero "mi hanno detto che era caduto ed era stato fermato perché non voleva dare le sue generalità" ha detto il padre, il giovane è stato rilasciato. E la polizia ha consegnato alla famiglia Bonsu una busta del Comune di Parma contenente i verbali con scritto sopra: "Emmanuel negro".


Dopo la prostituta ora è la volta di uno studente scambiato per un pusher. Un po' recidivi questi agenti municipali di Parma. Ma tranquilli: in Italia il razzismo non esiste.


1 commento:

NoirPink - Modello PANDEMONIUM ha detto...

Oggi finalmente il sindaco di Parma, Costantino Monteverdi, ammette che il comportamento dei vigili è stato contrario alla legge. Ma non chiede scusa...
http://noirpink.blogspot.com/2008/11/il-sindaco-di-parma-ammette-pi-o-meno.html

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>