8.1.10

La Novartis incassa e ringrazia

body scanner

La percentuale di persone vaccinate, sul totale della popolazione alla quale si è raccomandato il vaccino anti influenza A, è stato del 4% contro il 40% previsto dal ministero (dati dell'Istituto superiore della sanità)
Così i 24 milioni di dosi acquistate restano quasi tutti stipati nei frigoriferi delle ASL anche perché l'ondata pandemica - per fortuna molto meno catastrofica di quanto ipotizzato - è arrivata prima ancora che i vaccini fossero pronti.
Dunque il grande business l'ha fatto, come ampiamente previsto, la Novartis, ditta produttrice, alla quale si sono rivolti i responsabili della sanità nazionale.
Che il ministero si sia attivato è giusto, ciò che non quadra sono i termini del contratto stipulato con la Novaris, tanto smaccatamente a lei favorevoli da generare più di un sospetto.
Sono troppi gli omissis sull'entità (e destinazioni) dei costi - centinaia di milioni nostri - secretati.
[Vedi il contratto del ministero , UN'INFLUENZA TRATTATA IN SEGRETO dal sito lavoce.info, La febbre del vaccino e il business delle dosi "scomparse" Il fatto quotidiano]

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>