7.6.10

Il meglio che ci si può aspettare è di evitare il peggio

Mario Monicelli "ci vuole una rivoluzione"

La frase è di Italo Calvino. Parole amare dalle prime pagine di Se una notte d'inverno un viaggiatore.
Lo scoraggiamento è grande se all'entusiasmo per quanto potrebbe riservare il futuro si sostituisce l'augurio di evitare il peggio.
Per essere ottimisti, forse, bisognerebbe ascoltare soltanto le fandonie di chi ci governa, credere a giornali e tv scodinzolanti intorno al potere, non nausearsi davanti alle quotidiane cazzate sparate da esponenti politici di primo e secondo piano, ignorare le catastrofi ecologiche e sociali provocate dai potenti, non vedere la corruzione dilagante, le violenze verso deboli e diversi, le palesi ingiustizie sociali, lo sfruttamento di chi ha meno a tutto vantaggio di chi ha tutto, la criminalità economica dominante nel mondo...
A che serve continuare l'elenco? Ogni giorno qualsiasi rassegna stampa ci offre nuovi esempi di quanto non ci sia limite al peggio.
Qualcuno magari ha ancora la forza e la volontà di condurre l'epica eterna battaglia del bene contro il male, per quanto sia arduo, oggi, distinguere dove stia l'uno e dove l'altro.
Più semplice, essendo tra i pochi fortunati che ancora ne hanno il tempo, rifugiarsi in un universo parallelo fatto di libri - non importa se cartacei o virtuali - scelti accuratamente tra ettari di volumi e byte Che Puoi Fare A Meno Di Leggere. E poi pensare, ricercare, immergersi nello sconfinato territorio della conoscenza, mai come ora a portata di un click.
Insomma lasciarsi colpevolmente scivolare nell'oblio dell'irrealtà.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>