2.12.05

Gli invisibili

Sordi - Vitelloni"Lavoratori!"

Questo mitico gestaccio di Sordi ben riassume la considerazione della “classe padrona” nei confronti della classe operaia. Oggi, si dice, le classi non ci sono più. Sarà pur vero anche se da qualche parte si producono ancora beni non virtuali e i rapporti di produzione per i lavoratori sono peggiorati, non migliorati, nel corso degli ultimi anni. In realtà nel mondo la classe operaia è aumentata a dismisura insieme allo sfruttamento. È lo strabismo dell’appartenere al primo mondo che ci impedisce una visione più complessiva. La sinistra querula di casa nostra forse farebbe bene a riprendersi in mano gli strumenti d’analisi economica marxiani non tutti così obsoleti come si vorrebbe.
A parte Manifesto, Unità e Liberazione nessun altro giornale apre oggi sullo sciopero con manifestazione a Roma dei metalmeccanici in lotta per un contratto che non viene loro rinnovato. Se ne parlano lo fanno in trafiletti nelle pagine interne. Le ragioni della vertenza sono nel post Metalmeccanici dell’11.11.05.
La striscia rossa dell’Unità oggi riporta una frase di Marco Revelli «Sto con i metalmeccanici perché hanno ragione da vendere. Il mondo isterico dell’informazione, invece, li ignora e li deride mentre spreca pagine in idiozie e volgarità. Si chiama violenza culturale, significa la cancellazione di soggetti collettivi attraverso operazioni linguistiche ed avviene quando un ristretto numero di persone controlla i mezzi del racconto sociale». Non si può che condividere.

Conferme vengono dal rapporto CENSIS 2005 sulla situazione del Paese: "crescita dell'occupazione trainata solo dall'impiego subordinato"; "il 33,8% degli italiani lavora abitualmente in orari disagiati, sera, notte e week-end". corriere.it
Inoltre. "Cresce in Italia il numero dei neo "paperoni" ma si acuisce anche la differenza tra ricchi e poveri. «Negli ultimi anni è aumentato il grado di concentrazione della ricchezza e si sono acuite le distanze tra i più agiati e i meno abbienti». lastampa
Anche questo si sapeva già (vedere post Paperoni d'Italia dell'1.10.05, giornata di sciopero dell'informazione).

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>