15.1.09

Italiani razzisti e incivili (e la CEI sarebbe meglio che tacesse)

Continuano a fioccare decisioni governative di destra. Be' cosa ci si poteva aspettare da un governo di destra con dentro fior di fascisti? Oggi, ad esempio, contro i migranti (tassa di qualche centinaia di euro per il permesso di soggiorno) e le donne (ne muore più di una al giorno per violenze maschili, ma per il governo questo non dà luogo ad alcuna emergenza sicurezza). Ecc. ecc.
I vescovi (Cei) s'indignano per il balzello (non per la violenza sulle donne) e i giornali ne fanno la vera notizia. Ma chi se ne frega dei vescovi. Si tacciano per favore! Si facciano gli affaracci loro invece di continuare ad intervenire nella politica italiana. Si sono adoperati in ogni maniera con "eminenza" Ruini per far vincere la destra e ora si lamentano. Ma vadano a quel paese!
In Europa ci considerano razzisti incivili.
Magari lo siamo altrimenti non avremmo votato il cavaliere e i cialtroni che ci governano senza neppure avere una alternativa credibile. Ma non è che francesi tedeschi olandesi inglesi siano meglio di noi italiani. Magari sono un po' più furbi, hanno giornalisti migliori e leggono di più, hanno un maggior senso dello stato, sbragano meno e hanno meno delinquenti comuni nei loro parlamenti, però sotto sotto gli atteggiamenti nei confronti degli stranieri e delle donne non è, mediamente, troppo diverso dal nostro. Poi sono più fortunati: non hanno un Ratzinger tra i piedi che la fa da padrone.
Di razzismo ed inciviltà è pieno il mondo purtroppo. Basta dare un occhio non di parte al massacro di Gaza, tanto per citare qualcosa di attuale (siamo a millecento morti palestinesi). Tra le nostre sfighe c'è il fatto è che abbiamo giornali pessimi - ma non li legge quasi nessuno - e un sistema televisivo indecente che fa della disinformazione sistematica la propria ragion d'essere.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>