11.8.11

La rivolta in Inghilterra

Le analisi sociologiche di quanto avvenuto in questi giorni sono relativamente semplici e non occorre essere indovini per predire che questi episodi sono destinati ad aumentare di numero lì e altrove.
I governi chiameranno sempre criminali i rivoltosi qualsiasi siano le loro buone o cattive ragioni e i primi ministri, come quello britannico, si lamenteranno sempre dello scarso rispetto per l'autorità costituita, incapaci di comprendere la loro stessa pochezza.
Così continueranno a rispondere con la repressione, fin quando potranno. Niente di nuovo.
Le cosiddette "democrazie" occidentali sono cieche e sorde di fronte alle ingiustizie sociali non meno dei regimi autoritari. Diversa è la qualità e la quantità dell'ingiustizia, questo sì, come diverse sono le aspettative e le esigenze - reali o indotte - dei cittadini alle varie latitudini.
Ciò detto ritengo interessanti, più di molte "dotte" analisi le considerazioni in presa diretta di un amico italiano finito a vivere in Gran Bretagna.

"Sta succedendo un bel casino, che sorprende un pò tutti in questa non più tanto opulenta società.
Come al solito, io vivo la situazione un pò da periferico qual sono, tuttavia penso di poter esprimere qualche riflessione, diciamo pure a pelle:
- qui più che da noi vige il mito dell'EROE: quelli che in Afganistan, quello che spara all'orso polare che ha azzannato il ragazzo, il cane che salva il padrone caduto in acqua, ce n'è per tutti.
- qui sono tutti in divisa, poliziottti-vigili-spazzini-ciclomotociclisti e tuttte le divise si assomigliano; difficilmente riconosci l'ambulanza dall'auto della polizia piuttosto che da quella del soccorso stradale.
- qui vanno in giro a gruppi nonni-filgli-nipoti, gli ultimi a loro volta gruppi di 3,4,5 diversamente sistemati a seconda dell'età (carrozzina spesso biposto, sulle spalle, a mano, gli autosufficienti che invece di camminare saltellano). Prodotto della propaganda che vuole che questo paese sia il più popoloso d' Europa nel volgere di pochi anni? Di fatto, le mamme bambine (bambine mamme?) sono innumerevoli, sovvenzionate pure dallo stato.

Se non ti ritrovi in queste cartoline, facile che ti senta disadattato.
Non so come si possa vivere la condizione del disadattato nei sobborghi urbani britannici, che non credo siano assimilabili ai nostri, e neppure a quelli francesi, non credo esista un vero problema di razzismo, o comunque non penso sia alla base di queste turbolenze.
Però il disagio c'è ed è profondo.
Cameron e compagnia lo bollano come criminalità comune, ne fanno un problema di polizia ed evocano l'uso di idranti e lacrimogeni (che abbia avuto qualche consulenza durante le ferie italiane?)."


Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>