17.2.09

Le condizioni d'utilizzo capestro di Facebook

Lo sapete che Facebook ha modificato le condizioni di utilizzo ed ora ha tutti i diritti d'uso e manipolazione dei materiali da voi pubblicati anche se bloccate l'account e chiudete le vostre pagine? "Vous accordez à Facebook le droit irrévocable, perpétuel, non-exclusif, transférable et mondial (avec l’autorisation d’accorder une sous-licence) d’utiliser, copier, publier, diffuser, stocker, exécuter, transmettre, scanner, modifier, éditer, traduire, adapter, redistribuer n’importe quel contenu déposé sur le site." (vedi Le Monde)
Vero è che la maggior parte di quanto pubblicato è cacca però...
Ad esempio vi siete giocati per sempre i diritti sulle vostre foto, o almeno così sembrerebbe, visto che, pure togliendole, Facebook può sempre recuperarle dalle copie archiviate.
E bravo il nostro giovane Mark Zuckerberg che del resto non ha mai fatto mistero dell'intenzione di utilizzare il social network per ricerche di marketing. Ha detto alla platea del Forum economico mondiale di Davos che condurrà ricerche mirate su gruppi specifici di persone. Circa 150 milioni di utenti, attualmente su Facebook, hanno fornito gratuitamente età, sesso, stato civile e molto altro (con i quiz e la apertura dei gruppi). Clap, clap, clap!

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>