17.2.09

Mills, il corrotto, condannato. Berlusconi, il corruttore, salvo grazie al lodo Alfano, trionfa in Sardegna

Allora: l'avvocato Mills e stato condannato a quattro anni e mezzo per esser stato corrotto da Silvio Berlusconi con almeno 600000 euro per dichiarare il falso. Il nostro presidente del consiglio però si è messo al riparo dai processi grazie all'Angelino Alfano e alle leggi fatte su misura come i vestiti. Ciò nonostante gli italiani, in consistente percentuale, continuano a votarlo ed io, francamente, non ne capisco la ragione. In Sardegna Berlusconi "ci ha messo la faccia" e ha vinto ancora, collocando il figlio di un suo commercialista a fare il governatore. Siamo in pieno clima imperiale. Non che dall'altra parte ci fosse granché. Uno come Soru non vedo come possa suscitare grandi entusiasmi. Del resto, con a senza Veltroni, la prossima sberla il PD la prenderà alle elezioni europee. Mi sembra chiaro che c'è almeno un dieci per cento di italiani che sono di sinistra, ma non si fidano più di nessuno e semplicemente si astengono dal votare qualsiasi candidato proposto dai partiti esistenti (inclusi Rifondazione & C). Poi c'è anche una percentuale di persone "per bene", informate, razionali e nauseate dal ceto politico di entrambi i maggiori schieramenti che non ce la fa più a vincere il ribrezzo e votare "turandosi il naso". Restano gli altri, più che sufficienti a mantenere sugli scudi il cavaliere e i suoi scherani (Mastella compreso). Ma che bella giornata!

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>