19.2.11

L'emblematico dito di Cattelan davanti alla Borsa di Milano. Fuochi di rivolta

'fanculo!
L'incartapecorito colonnello libico - tanto amato del nostro incartapecorito leader da baciargli le mani quando lo incontra (vedi Cosa spinge Berlusconi a baciare la mano di Gheddafi?) - traballa e tenta di reprimere nel sangue la rivolta popolare (già un centinaio di morti).
Un po' dappertutto in Africa e in Medio Oriente ci si rivolta. Era inevitabile che prima o poi accadesse e accadrà sempre più anche altrove. Ci si ribella per il pane e anche, un poco, per le rose. La pancia è sempre al primo posto come motore di rivoluzione, ma pure la voglia di libertà, e di qualcosa di meglio da chiedere alla vita oltre il pane, certe volte conta.
A fronte di una economia mondiale criminale, era solo questione di tempo. Aumentano i prezzi delle materie prime a causa, soprattutto, della speculazione finanziaria e gli ultimi, i più poveri, ne pagano il prezzo.
Potremmo trovarci alla vigilia di una sconvolgimento epocale. I segnali ci sono tutti da tempo, ma i governi del mondo occidentale sembrano occuparsi d'altro.
L'Italia non conta un cazzo. Brutalmente viene fuori dalle ultime carte di WikiLeaks pubblicate dall'Espresso. Niente di nuovo nella sostanza, ma la forma con la quale escono i pensieri autentici degli attori della diplomazia mondiale spazza via ogni ipocrisia.
Nel paese di Pulcinella, mentre il mondo appena sottostante ribolle, si guarda sanremo ci si scazza sull'unità d'Italia e, concretamente, si prorogano finanziamenti pazzi agli amici degli amici (il milleproroghe appunto) mettendo insieme provvedimenti tra i più disparati che vanno dalla tassa di un euro in aggiunta sul prezzo - già molto salato - di ogni biglietto cinematografico, a una ulteriore detassazione delle rendite finanziarie, al trasferimento delle poche risorse a favore della banda larga [siamo tra i paesi con l'internet meno veloce del mondo], al digitale terrestre - a favore dunque della lobby televisiva [sic! e non sono che esempi delle mille puttanate contenute nel milleproroghe].
Paese 'emmerda!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

scommetto che in burundi hanno internet più veloce del nostro...ma per favore. Gente come te è capace solo di denigrare il proprio paese senza fare niente per migliorarlo

utente ha detto...

caro "anonimo"
non so se nel Burundi hanno internet più veloce del nostro
quello che so è che il mio post era datato 19 febb e molte delle cose accadute in seguito confermano il mio "disperato" post
in quanto al non far nulla ho dedicato molte energie in vita mia per migliorarlo (anche se con scarsi risultati)
forse se anche altri avessero fatto altrettanto...

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>