13.11.09

Word - C"i"glioni a destra come a sinistra

Nelle prime versioni di word se scrivevi "coglioni" te lo correggeva automaticamente - e pudicamente - in "ciglioni".
Caso Meloni. La volgarità e rissosità di "destra" sembra contagiare una certa "sinistra" (ne ho pieni i ciglioni anche di questi termini che significano sempre meno). Della Meloni so ben poco per cui mi è ignoto il motivo di tanto livore a lei riservato dal fumettista Spataro - Qualche tempo fa la Meloni era già stata oggetto della mia solidarietà causa il video nel quale il grande capo Silvio, chiamandola a sé, le dà affettuosamente della zoccola (corretto poi in piccola, da che pulpito!). Vedi Berlusconi chiama la Meloni:"Dov'è la zoccola?".
Incomincerò a diventare anch'io un vecchio bacchettone che strilla contro l'imbarbarimento della politica - e non solo - ma non posso che essere d'accordo con il corsivo di Massimo Gramellini su La Stampa che riproduco qui sotto.

Non conosco il disegnatore Alessio Spataro, autore del libro di fumetti «La ministronza» che narra le avventure del ministro Giorgia Meloni (ribattezzata Mecojoni) nelle fogne di Roma, fra topi, scarafaggi e acrobazie erotiche con sconosciuti. Ma immagino che come artista di sinistra sarà giustamente sensibile ai diritti degli esquimesi e sosterrà le campagne ambientaliste per la difesa dell’upupa. Soprattutto si batterà contro lo sfruttamento delle donne e la volgarità con cui il «sistema» turbo-consumista, incarnato in Italia da Berlusconi, le utilizza per vendere prodotti e dare sfogo a istinti primordiali non mediati da educazione e cultura.
Eppure la sensibilità di Spataro si arresta di fronte a forme di vita diverse da sé. Il suo bersaglio è una giovane politica incensurata, sgobbona e talmente al di sopra di ogni sospetto che nemmeno la sua nomina a ministro fu accompagnata dalle battute maliziose che si riservano di solito alle donne in carriera. Viene dal popolo, ma per uno di sinistra non dovrebbe essere un difetto: almeno non lo era fino a qualche tempo fa. Agli occhi di un ultrà dell’ideologia, Giorgia Meloni però ha una tara irredimibile: è di destra e questa appartenenza la fa decadere dai suoi diritti di donna e di essere umano. Il rispetto che meritano le upupa non vale per lei. La si getti dunque nelle fogne, la si trasformi in una ninfomane che non si lava e parla in romanesco triviale coi sorci. Naturalmente trincerandosi dietro il diritto di satira, parolina magica che serve a coprire la mancanza di talento e prima ancora, come sempre, di autoironia.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>