17.2.05

Se questa è una donna



di Barbara Spinelli

Non so se sia giusto guardare e riguardare in un video quel che abbiamo visto nelle ultime ore: Giuliana Sgrena imprigionata dai terroristi in una cella con pareti bianche senza finestre, umiliata, dimagrita, i capelli in disordine, spaventata a morte, gli occhi sgranati sulla notte in cui è stata gettata.
http://www.lastampa.it/redazione/editoriali/ngeditoriale1.asp


E' viva (Castellina "il manifesto")
A vederla così smagrita, addosso un abituccio verde che nessuno le conosce, pallida e certo spaventata, il cuore ci si stringe, in redazione molti non trattengono le lacrime. Ma il video firmato da un'improbabile sigla - mujaheddin senza frontiere (quasi un'ironia verso le tante organizzazioni occidentali che si nominano così ) - è stato recapitato all'hotel Palestine a Baghdad: è un segnale che Giuliana è viva.
http://articoliscelti.blogspot.com/2005/02/e-viva.html

Avvoltoio? No, Farina.
Leggere cosa scrivono i giornalisti di destra è particolarmente istruttivo in particolar modo se paragonato con le civili argomentazioni che si leggono su altri giornali.

L'HANNO RIDOTTA A UNO STRACCIO (Renato Farina "Libero")
Ehi, compagni della sinistra, colleghi del Manifesto. È a queste "teste di cazzo" (Vauro) che volete lasciare in mano l'Iraq? Volete rimandare i soldati in Italia, rispedire gli americani a casa, perché il popolo iracheno sia illuminato da queste menti caritatevoli? Non possiamo credere che sia questa miseria la vostra idea della politica e della fratellanza tra i popoli. Andar via di lì, e lasciare che questi lupi abbiano libero campo per i loro denti. Questa è la sinistra solidale? Ripensateci. Forse è più umano e giusto stare con chi prova a mettere su un governo democratico. Si tratta di scegliere se stare con la "vera resistenza", e cioè gli otto milioni di iracheni votanti, oppure con questo bestiario terrorista che ora ambisce dominare i territori tra il Tigri e l'Eufrate, ma lo fa per avere una base da cui allargare al mondo la propria idea sulla dignità della persona, e specialmente La notizia la conoscete già. Ieri verso mezzogiorno è stato diffuso un film. Giuliana Sgrena, giornalista del Manifesto, dopo dodici giorni di prigionia, è apparsa in tivù inerme e disperata. Dev'essere stata ripresa in un appartamento dei quartieri chic di Bagdad, le pareti candide, una scritta ironica, gente colta, di lusso, la crème sunnita. Capivano il suo italiano e il suo francese, le due lingue nelle quali Giuliana si è espressa.
http://62.207.170.1/libero/LF_main.jsp?topic=4896&edition

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>