30.6.05

Tutto il mondo è paese

vignetta Staino
Denis Salas, autore della Volonté de punir (Hachette littératures, 2005), definisce “populismo penale” quello di Nicolas Sarkozy, ministro degli Interni francese, che non perde occasione per lanciarsi in sortite provocatorie.
La tendenza a dequalificare le istituzioni nel regolamentare i problemi sociali sta diventando un male comune.
Anziché lasciare che la giustizia svolga autonomamente il suo corso vengono utilizzate le emozioni suscitate dai crimini per porsi come depositari della volontà d’individuare e punire subito gli autori. Sfruttando la collera delle vittime si discreditano le istanze preposte legalmente alla lotta contro la delinquenza appellandosi direttamente all’opinione pubblica per infrangere le barriere democratiche.
Sull'esempio degli Stati Uniti, facendo leva sul bisogno di sicurezza diffuso, si tenta così di accreditare un sistema punitivo automatico e fortemente repressivo. In tal modo i diritti fondamentali delle persone e l’indipendenza della giustizia subiscono un grave attentato. A soffrirne infine è tutto il sistema di convivenza civile.

Come si vede i Calderoli e Castelli nostrani non sono soli, sono soltanto un po’ più sguaiati.

Il pensiero di Sales è esposto in un articolo dell’Humanité interamente riportato in articoliscelti.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>