22.7.05

Attentati falliti

vignetta di Vauro, il manifesto.it[...] Quello che sta avvenendo nella Londra bersagliata dai kamikaze e dalle bombe islamiche, è di fatto la resa agli integralisti e ai terroristi. Il multiculturalismo prima ha lasciato fare ai barbuti della fatwa e della sharia, poi ha partorito il mostro del terrorismo suicida. Sono due facce della stessa medaglia.
Magdi Allam
la repubblica.it

Così conclude il suo articolo Magdi Allam e se da una parte viena da dargli ragione, dall'altra si percepisce che ha torto perché, a suo modo, cade nel medesimo integralismo che sembra paventare e con il quale non vorrebbe alcuna trattativa. Manca di quel pragmatismo che non fa certo difetto a Blair. Del resto la realtà è quella che è e, bene o male, bisogna farci i conti.
Fortunatamente questa di Londra è stata una "bombetta". Nessuna nuova strage, grazie a Dio o Allah o a chi pare a voi. Un caso? Un avvertimento "guardate che possiamo colpirvi quando vogliamo"? Come se gia non lo sapessimo. Come se le decine di morti giornalieri in Iraq, paese occupato militarmente, non fossero lì a testimoniarlo. Altroché normalizzazione! I giornali oggi sono pieni di questo nuovo tentativo di massacro. Molto meno si parla dei massacri veri, quotidiani, là dove avvengono. Il mondo continua ad essere eurocentrico anche se l'impero è in mano agli americani. Loro ne decidono le sorti, ma il brodo culturale di riferimento resta qui. Non si preoccupi Magdi: dei barbuti islamici e delle loro fatwe e sharie ce ne facciamo un baffo anche se apparentemente scendiamo a patti. Il problema è che ce ne facciamo un baffo anche delle nostre tradizioni legislative. L'inasprimento delle misure repressive fa il gioco del terrorismo fondamentalista e favorisce il reclutamento di altri "ragazzi di Leeds". Lo sappiamo bene (vedi La normalità in pericolo di Sergio Romano sul corrire.it di oggi), ma la tentazione di risolvere tutto con la limitazione della libertà è troppo forte.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>