24.10.05

Libertà d'espressione

cioccolato a forma di caccaCioccolato! Non cacca. Sia chiaro. Essere e apparire. Ambiguità della forma sensibile.
“La satira non prende per i fondelli: quello è lo sfottò, anch'esso reazionario. La satira ricorda i fatti ed esprime su di essi un punto di vista. Per questo, a differenza dello sfottò, dà fastidio.”
Parole di Daniele Luttazzi (lo ricordate?) fu bandito dalla televisione insieme a Biagi e Santoro. Personalmente trovo dignitoso l’atteggiamento schivo di Biagi dopo la sospensione dei suoi cinque minuti di sermoncino serale, fastidiosa la crociata di Santoro per il suo diritto a brandire un microfono, scandalosa comunque la cacciata di chicchessia per limitarne la libertà d’espressione. Questo è il punto. Sentire un capo di governo, padrone delle più importanti emittenti private e controllore delle pubbliche dire «Non c'era bisogno di Adriano Celentano per avere ventate di libertà in televisione... Basta guardare ogni giorno i canali Rai per vedere battute contro il presidente del Consiglio da parte di Serena Dandini e Sabina Guzzanti, Gene Gnocchi ed Enrico Bertolino, Dario Vergassola, Corrado Guzzanti e altri che cerco di non tenere a mente» suona minaccioso. Cosa significa che “cerca di non tenerli a mente”? Che questi sono “segnati” (Sabina Guzzanti è già stata “epurata”) e gli altri devono darsi una regolata se no…? Queste liste di “Buoni e Cattivi” tipiche di una scuola che speravamo finita per sempre da il senso dell’arretratezza culturale di chi detiene il potere. È la mentalità che ci sta sotto a spaventare, una mentalità che purtroppo non è aliena neppure alla sinistra.

Da leggere sul corriere.it: I consigli di Caino. E quelli di Abele di Aldo Grasso

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>