4.5.09

Italia in caduta libera. Pil giù del 4,4 %

Troll

Non è che 'sta storia del Pil che dovrebbe crescere all'infinito mi abbia mai convinto (al contrario dei tanti esimi economisti). L'idea di dover produrre sempre di più e consumare sempre di più sembra balorda oltreché "insostenibile". Eppure in Italia ci hanno creduto tutti, politici in testa, di destra o di sinistra che fossero. Per questo dichiarare ora che non è poi così importante sembra sospetto. Ma in nome dell'ottimismo tutto va bene madama la marchesa! Così mentre il mondo si occupa dei disastri economici e trepida per l'eventualità di una pandemia influenzale in Italia... non si parla d'altro che delle disavventure coniugali del sultano. Presto dimenticato il terremotato palcoscenico abruzzese, la muta dei cani dell'informazione si è buttata sulla vicenda Veronica-Silvio e non molla. Ma che cazzo di paese è mai questo? Governato da un leader "disturbato" (come lascia intendere la moglie) attorniato da una banda di leccaculo che si fanno gli interessi loro gareggiando a chi ruba di più (dalla sanità all'edilizia, al riciclo rifiuti ad ogni sorta di altri traffici illeciti - basterebbe seguire le documentate puntate di Report per rabbrividire). Eppure metà degli italiani, pur guadagnando 1000 euro al mese o magari neanche quelli, votano questa banda del buco. Del resto hanno come unica alternativa Franceschini & C. Signori che riescono a dare il peggio di sé sia al governo che all'opposizione.

Non sono un Troll (uno che posta con il solo scopo di provocare quante più risposte possibili, solitamente scrivendo informazioni deliberatamente sbagliate od insulti). Ne fa fede il mio basso indice di gradimento. Tuttavia bisogna pur sfogarsi ogni tanto, altrimenti si scoppia.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
© Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché il testo sia seguito dall'indicazione: “tratto da http://notizieoggi.blogspot.com”. Fotografie, immagini e video presenti su Giornale-notizieoggi sono, quando non autoprodotti, prelevati da Internet, quindi considerati di pubblico dominio. I soggetti o gli autori, qualora lo ritengano, possono comunque richiederne la rimozione.

Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 
>>>